#hashtag_1

Che poi vorrei capire quale sia il problema della gente a rimettere le cose nel posto in cui le ha trovate, a lasciarle come le ha trovate.
Vorrei ben vedere se darebbe loro fastidio, nel rientrare a casa la sera dopo una massacrante giornata di lavoro, aprire la dispensa della pasta in cucina e trovarci che so, la carta igienica. E poi in bagno sedersi un attimo per lasciar andare tutte le emozioni opprimenti della giornata e, una volta alleggeriti, aprire lo stipetto della carta igienica e trovarci la lama d’acciaio per scrostare le padelle; méh, per fortuna che il bidet è vicino e ci si potrebbe lavare al volo. Peccato che invece del sapone intimo ci si trovi lo sgrassatore per le piastrelle.
Il pensiero sarebbe immediato: maledetta la domestica, maledetta, ma che le girava in mente oggi a spostare tutta la roba?
Ma non poteva lasciare tutto al proprio posto??
Ecco appunto. Vorrei essere io quella domestica, per farvi capire che si prova, maledetti.

Vabeh, mo che mi sono sfogata vado a cenare: scolo la carta igienica sennò si scuoce, mi pulisco il muso con l’asciugamano, il culo col dorso della mano e le piastrelle? Già, le piastrelle. Ma sai che c’è? Vado proprio a ripormi, ‘ché mi sento un poco esaurita.

Statevi bene.
Cià.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.