E' Solo un Uomo

Come guardare nel buco in piena crisi d'astinenza, sperimento una nuova forma di "dolore". Quello sordo, cieco e muto, pieno di un vuoto così pesante, ma terribilmente lucido.
Come tagliarsi le vene e sapere che ti stai dissanguando, non senti male anche se sai che te ne stai facendo. Ma la posta in gioco è troppo importante: se tieni duro poi c'è la vita ad aspettarti. La consapevolezza del dopo è più forte di quella dell'ora e qui, perché so già che si sopravvive ad una devastazione sola. E io sono già qui.
Aspetto il momento in cui dirò che è solo un uomo. Solo un uomo che avrò amato e a cui vorrò bene sempre.  
Aspettare è come conservare il meglio.

[On Air: Niccolò Fabi-Solo Un Uomo]

Questa voce è stata pubblicata in cielo gonfio, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.