Diciannove Marzo

S’io potessi cancellar dal viso le labbra

E lasciar fare tutto agli occhi

Senza vergogna ti rivelerei

Nuda l’Anima

Senza domandare

Né attendere parole per risposta

E se anche tu potessi far la stessa cosa

Troverei rifugio nel tuo sguardo

Senza timore alcuno

Di leggervi che sono per te un miracolo

o una calamità

E se per te fossi

L’Assoluto Nulla

Non avrei paura

della Verità.

 

[Ecco perché passerei tutto il mio tempo a guardarti]

 

Questa voce è stata pubblicata in cielo di luglio, in volo. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Diciannove Marzo