Non sono i sentimenti che si provano a farci stare alle stelle o nella polvere, ma è la consapevolezza di provarli, conoscerne il nome, la portata e gli effetti. E' sapere se e quando sia giusto o sbagliato provarli, è la capacità di giudicarsi, invece che giudicare. 

E questa è solo la sintesi di un post che era un torrente in piena, che non ho mai scritto e non scriverò ora, perché oggi non potrei ingoiare le lacrime trattenute nei giorni scorsi. Quando sgorgheranno, voglio che sia per innaffiare qualcosa di buono, anziché annacquare questo cuore guasto. 

[On Air: Pink Floyd-Wish You Were Here]

Questa voce è stata pubblicata in cielo di luglio, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.